Ad Hoc Travel

blank

Guida Turistica sul territorio:

Diamante (CS), la Città dei Murales e del Peperoncino di Calabria

Incastonata tra il blu del Tirreno e il verde del parco del Pollino, Diamante è una vera e propria gemma del turismo italiano, famosa per i suoi chilometri di spiagge incontaminate e il patrimonio artistico. Borgo turistico della Riviera dei Cedri, noto per essere la città dei murales e del peperoncino, Diamante può vantare sia il titolo di Città più Dipinta d’Italia che la Bandiera blu 2023 per la bellezza e la pulizia del suo mare.

Lo splendido borgo marinaro conserva infatti un patrimonio storico e culturale inestimabile, arricchito dalla presenza di moltissimi murales, realizzati da artisti di fama internazionale. Dispersi tra le viuzze del corso Garibaldi, queste opere donano un tocco di colore alla cittadina, e se ne contano oltre trecento. Dalle opere di Jorit agli scorci, passando per i monumenti storici, Diamante offre ai suoi visitatori innumerevoli ricchezze, tra le quali però non sempre è semplice orientarsi – soprattutto se capitate in città solo per poche ore.

Dalla storia del borgo agli scorci da non farvi sfuggire, siamo certi che qui troverete tutto quello di cui avete bisogno per organizzare il vostro prossimo viaggio nella Città più Dipinta d’Italia.

Dove si trova Diamante

Diamante è un comune italiano della provincia di Cosenza in Calabria. Sito sulla costa tirrenica nord occidentale della Calabria, denominata Riviera dei Cedri per il prezioso agrume che qui viene coltivato grazie alle splendide condizioni climatiche, questo borgo è oggi tra i più visitati in Italia grazie al suo patrimonio artistico e naturale, il mare limpido e la meravigliosa isola di Cirella, una delle sole due isole della Calabria.

La storia di Diamante

Fonti storiografiche documentano insediamenti lungo la Riviera dei Cedri già dal tempo dei greci Focesi e dei Romani. Le prime testimonianze della nascita di un vero e proprio nucleo abitato nel territorio di Diamante risalgono al 1500, quando il Principe Sanseverino ordinò la costruzione di una postazione difensiva per contrastare le incursioni saracene. Sarà però solo nel 1638 che si formerà il primo agglomerato urbano. Nel corso della sua giovane storia, Diamante si è sviluppato come borgo di pescatori, di contadini dediti alla coltivazione del cedro e di commercianti.

Oggi città dei murales e del peperoncino, è meta turistica d’eccellenza e conta all’incirca 5000 mila abitanti.

Diamante: la Città dei Murales

Città più dipinta d'Italia, Diamante deve il suo titolo alla presenza di oltre trecento murales realizzati da artisti di fama internazionale. È tuttavia da pochi anni che questa iniziativa ha preso piede: più precisamente nel 1981, quando per volontà dell’artista Nani Razetti e dell’allora sindaco Evasio Pascale i quartieri del centro storico vennero ornati di opere murarie, per farne un vero e proprio museo a cielo aperto.

Anche per questo Diamante è spesso definita Il Paese dei Nasi Insù: lo sguardo di chi la attraversa è infatti sempre rivolto verso l’alto, ad ammirare le stupende opere che la arricchiscono. Dal 2017 l’artista diamantese di fama internazionale Antonino Perrotta, direttore di OSA Festival, ha dato vita a una nuova operazione di rivalutazione urbana attraverso la street art, arricchendo ulteriormente il borgo di opere dal fascino unico, avvicinando a Diamante gli artisti più importanti del panorama della street art.

Oggi la città conserva gelosamente questo patrimonio. Tuttavia, molti murales pagano lo scotto degli agenti atmosferici, che ne deturpano l’integrità. Per alcuni critici è normale che opere a cielo aperto subiscano una loro degradazione nel corso del tempo, proprio perché non preservate in un museo. Da questo punto di vista allora, la loro degradazione può essere letta come il ciclo di vita dell’opera d’arte: qualcosa di intrinseco alla bellezza, destinata in natura a svanire. Per altri invece queste opere andrebbero restaurate e conservate sempre. Lasciamo a voi però, e alle riflessioni scaturite dal vostro tour, la risposta a questa riflessione.

Eventi e Ricorrenze Religiose a Diamante

Eventi a Diamante e Cirella

Escursioni sul territorio di Diamante

Escursioni sul territorio

Dove dormire a Diamante

Dove mangiare a Diamante

Altre informazioni su Diamante

Conclusioni

Speriamo che questo tour vi sia piaciuto, ma fidatevi: a Diamante c’è ancora molto altro da scoprire, perciò se avete in programma una visita in questo museo a cielo aperto che è la città dei murales, noi di Ad Hoc Travel siamo sempre pronti ad aiutarvi a ottimizzare il vostro tempo, scoprire la città e visitare il più di questa terra meravigliosa incastonata tra mare e natura, e che regala capolavori nascosti lungo ogni tratto del cammino.

Altre Guide Turistiche sul territorio

Vuoi visibilità
nelle nostre Guide?