Ad Hoc Travel

blank

Guida Turistica sul territorio:

Alla scoperta di Belvedere Marittimo, il Paese dell'amore sul mare!

Lungo la Riviera dei Cedri, su di una collina a due passi dal mare tra i Calanchi del Pollino, sorge un borgo ricco di storia, bellezze naturali ed emozioni.

Qui il vento parla d’amore, e la città stessa, con il centro storico antico e i resti del dominio normanno, è oggi famosa in tutta Italia per essere il luogo in cui gli innamorati giungono in pellegrinaggio a far benedire i propri sentimento.

Stiamo parlando ovviamente di Belvedere Marittimo, la città dell'amore: borgo storico dell’alto Tirreno, che ogni anno incanta visitatori da tutto il mondo grazie alle proprie meraviglie architettoniche, i vicoli, i palazzi, i portoni, le reliquie di San Valentino, il suo mare dorato e i lidi attrezzati sulla costa.

Se non volete perdere questo gioiello, venite ad esplorarlo insieme a noi!

Dove si trova Belvedere Marittimo

Circondato da una cornice naturale spettacolare e arricchita da una storia millenaria, Belvedere Marittimo è un comune che della costa tirrenica, nel cuore della Riviera dei Cedri, in provincia di Cosenza. Limitrofa a Diamante, con cui confina a sud condividendo la Spiaggia e la Scogliera Sabbia d’oro, Belvedere Marittimo è per questo una tappa obbligata per chiunque abbia intenzione di visitare la nostra splendida Regione.

Potete raggiungere Belvedere Marittimo sia in auto (da nord percorrendo l’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria fino all’uscita di Lagonegro nord, e da qui imboccate la SS 585 che conduce sulla costa tirrenica e che si immette sulla SS 18 tirrenica verso sud; da sud, percorrendo la A2 fino all’uscita di Falerna, quindi imboccando la SS 18 tirrenica verso nord) che in treno, con la stazione di Belvedere Marittimo ben collegata a quella di Scalea.

Cosa vedere a Belvedere Marittimo

Castello Aragonese

Il borgo di Belvedere Marittimo è ricco di storia e incredibili testimonianze del passato della Calabria. Su tutte, troneggia sul panorama urbano il maestoso Castello Aragonese, anche detto Castello del Principe: maestosa roccaforte di epoca normanna, nei secoli trasformato da struttura militare a maniero nonché dimora dei feudatari a partire dal 1287.

Le sue imponenti mura e torri medioevali raccontano storie di battaglie e nobili gesta, mentre il panorama che si gode dalla sommità lascia senza fiato – tanto da aver ispirato al poeta Pietro Metastasio, secondo la tradizione, i celebri versi: «Ovunque il guardo io giri immenso Iddio, ti vedo».

Torre di Paolo Emilio

Su di un'altura oltre il Convento dei Cappuccini, presso la Rocca, sorge ancora fiera dopo oltre cinque secoli dalla sua costruzione l’alta Torre di Paolo Emilio, opera architettonica spagnola nata per difendere il territorio dalle incursioni saracene.

Utilizzata come torre d’avvistamento, la Torre di Paolo Emilio offre ancora oggi una vista panoramica mozzafiato sul mare di Belvedere Marittimo, con spettacoli suggestivi la notte, quando svetta illuminata nel borgo.

Torre del Tirone

Nel XVI secolo gli spagnoli munirono il territorio di torri di difesa: oltre alla Torre di Paolo Emilio però, c’è un’altra famosa costruzione di quel periodo storico che è sopravvissuta fino a noi.

Edificata a pianta quadrata in puro stile aragonese-catalano, in piazza G. Grossi potrete trovare, perdendovi tra i vicoli di Belvedere Marittimo, la famosa Torre del Tirone: nel 1566 avamposto doganale, oggi meravigliosa testimonianza storica nel centro del paese da non farvi sfuggire!

Calanchi

Non è però solo la storia, le rocche e le torri a rendere Belvedere Marittimo un borgo tanto affascinante e suggestivo. Parte del merito dell’enorme attrattiva che il paese ha sui suoi turisti è anche e soprattutto l’incredibile valore naturalistico: con i calanchi famosi in tutto il mondo per la loro maestosità.

I Calanchi sono sculture naturali scavate dall'erosione, che punteggiano il territorio di Belvedere Marittimo con formazioni geologiche simili a rialzi o terrazze marine. Nonostante un tempo fossero più numerosi, esistono terrazzi simili, in particolar modo dietro la costa della frazione S. Litterata. Percorrendo la superstrada tirrenica in direzione nord, poi, all’altezza della frazione Marina potrete trovare un calanco detto “solitario” di incredibile bellezza.

Turismo Religioso a Belvedere Marittimo

Musei nei dintorni

Itinerari

Escursioni sul territorio

Dove dormire a Belvedere M.mo e sul Territorio

Dove mangiare a Belvedere M.mo e sul Territorio

Conclusioni

Speriamo che questo tour vi sia piaciuto, ma fidatevi: a Belvedere c’è ancora molto altro da scoprire, perciò se avete in programma una visita in questo museo a cielo aperto, noi di Ad Hoc Travel siamo sempre pronti ad aiutarvi a ottimizzare il vostro tempo, scoprire la città e visitare il più di questa terra meravigliosa incastonata tra mare e natura, e che regala capolavori nascosti lungo ogni tratto del cammino.

Altre Guide Turistiche sul territorio

Vuoi visibilità
nelle nostre Guide?